Elettrostimolazione

Si utilizzano correnti elettriche variabili per ottenere una contrazione muscolare al fine di impedire o rallentare fenomeni di iportofia, di facilitare il recupero muscolare in distretti immobilizzati e per il potenziamento muscolare. Si utilizza principalmente dopo immobilizzazione prolungate e per il mantenimento del trofismo muscolare (talvolta anche in muscoli denervati neuroprassici o assonotmetici). Non si utilizza in portatori di pace-maker, in soluzioni di continuo della cute (ferite), nella regione del glomo carotideo, su flebiti e tromboflebiti e su infezioni e infiammazioni cutanee.

PRENOTA IL TUO TRATTAMENTO